Filtra

Lago di Canzolino

Alta Valsugana, Lagorai e Vigolana

Pineta Hotel & Camping

Altopiano di Pinè e Val di Cembra
Consigliato da Pescare in Trentino

D'estate, quando il caldo afoso rende impossibile la vita in città, in tanti vanno alla ricerca di refrigerio al lago: vuoi per farsi il bagno, vuoi per passeggiare, vuoi per pescare. I famigerati laghi di Caldonazzo e Levico offrono tutto ciò, ma in Valsugana l'offerta piscatoria non si limita a questi due nomi. A pochi chilometri da Pergine Valsugana sorge un lago fantastico, un po' british per le sue sponde verdeggianti e gli scorci magici che regala agli occhi di turisti e pescatori. Ogni estate è una mia tappa fissa dopo il turno in ufficio, ed oggi vorrei condividere questo spot con tutti coloro che vogliono praticare la pesca al colpo in Trentino, magari in vacanza o anche durante una gita fuoriporta domenicale. Vi presento il Lago di Canzolino, uno spot meraviglioso che prima o poi dovreste provare!

Caratteristiche del lago e cosa di pesca

Il Lago di Canzolino è uno dei più bei laghi alpini che abbia mai visto. Non si tratta di un lago in alta quota, anzi è in altitudine collinare, ma il contesto lo rende particolarmente affascinante. Acque trasparenti, color smeraldo, bosco, ninfee e la Panarotta che sovrasta sullo sfondo sono solo alcune delle caratteristiche salienti dello specchio d'acqua. Ha una forma simile a quella di un fagiolo, tipo "cerchio schiacciato" con due curvature. Le sponde sono particolarmente curate, percorribili a piedi o in bicicletta. Inoltre presenta una profondità che va dal mezzo metro fino ai 10/12 metri nei punti centrali, più profondi. Fonti non certe parlano di un'unione sotterranea col vicino lago di Madrano, che dista meno di un chilometro. Il lago di Canzolino è popolato da scardole, gardon, pesci gatto nostrani, astuti cavedani, tinche, sospettose carpe, bei lucci e simpaticissimi persici reali e sole. Le carpe raggiungono dimensioni ragguardevoli, ma sono piuttosto scaltre. Non registro invece la presenza di "carpette" di piccola dimensione, tipo 1 o 2 kg, nè di salmonidi.

Regolamento

È in gestione all'Associazione Pescatori Dilettanti di Madrano Canzolino, quindi c'è pagare un permesso giornaliero dal costo di 4€ (reperibile anche senza licenza di tipo B), che si può acquistare direttamente dai due alberghi presenti sul lago. Il permesso consente di pescare sia a Canzolino, sia al Lago di Madrano. Le esche ammesse sono sia quelle naturali (bigattino massimo 50 grammi per esca, lombrico, mais, ecc.) sia quelle artificiali (per coloro che pescano a spinning). La pasturazione prevede un massimo di 500 grammi, a base di sostanze vegetali mentre è proibito fiondare bigattini. Vanno ovviamente rispettati i periodi di frega per i ciprinidi, per i lucci e per i persici. Inoltre si pesca solo quando la superficie del lago non presenta ghiaccio, oppure è ghiacciata per meno della metà. Il regolamento potrebbe aver subito modifiche e non corrispondere a quanto dichiarato. Suggerisco di contattare l'Associazione Pescatori Canzolino-Madrano al 348-9336478 per conferma. 

Attrezzature consigliate

Un lago così offre l'imbarazzo della scelta. Si può pescare al colpo, quindi con canna fissa, bolognese o con l'inglese. Offre buone opportunità di catture anche a ledgering, oppure a spinning! Personalmente preferisco affrontare il lago di Canzolino con la lunga canna fissa o la bolognese, tecnica che comunque nasce per le acque correnti. L'ideale è pescare con una canna fissa di 9 metri, che vi offrirà il vantaggio di gestire una profondità sulla lenza di 6,50/7 metri, presentando l'esca in modo naturale. La lenza potrà essere composta da un trave dello 0,16, con un galleggiante da 1,5 grammi, spallinata ristretta, a scalare e disposta in 30 centimetri di lenza. A completare il tutto, basterà collegare un terminale di 25/30 centimetri dello 0,12, con un amo del n°18/20 a gambo corto, con un bigattino singolo innescato sottopelle. In alternativa, si può sempre impiagare la 3 pezzi all'inglese da 3,90/4,20 metri, alla ricerca dei cavedani che spesso appaiono in superficie, a centro lago. Oppure munitevi di una canna da spinning di 1,80 metri e divertitevi pescando i persici sotto sponda! La taglia non è esagerata, ma sicuramente non è un fattore determinate in giornate estive particolarmente soleggiate e calde, durante le quali i persici attaccano volentieri cucchiaini e piccole esche in gomma.

Leggi l'itinerario di pesca al pesce gatto a Canzolino!

Itinerari nei dintorni

Scopri gli spot di pesca più vicini

Torrente Sporeggio

La bassa Val di Non è attraversata da un torrente dalle mille sfaccettature,  con un corso piuttosto breve ma decisamente significativo. Durante il suo tragitto incontra molteplici pendii, sorgenti, ambienti boschivi e montani. Cambia aspetto, trasformandosi da un rio freddo e di piccola dimensione ad un torrente con un bel carattere e notevole pescosità. Ci ho pescato per la prima volta durant

Lago di Nembia

Avete mai desiderato di pescare in un lago alpino, con l’acqua color verde smeraldo, ricco di trote di taglia ed incastonato in una cornice naturale da mozzare il fiato? Lasciate perdere il mondo di Morfeo. Non è un sogno, bensì una fantastica realtà per la pesca sportiva del Trentino. Il Lago di Nembia sorge a pochi kilometri dalle rinomate Molveno ed Andalo, ad ovest di Trento. È un lago a

Torrente Avisio

Tra i più rinomati spot del Trentino c’è un torrente, la cui fama varca le alpi e raggiunge il resto d’Italia. È stato spesso oggetto di report di pescatori sparsi nell’internet, di filmati con le più blasonate televisioni di settore e, un tempo, il suo nome è apparso anche negli scritti di un giornalista, Mario Albertarelli, che viveva un rapporto simbiotico con le acque del torrente.