Filtra

Torrente Novella

Val di Non

Albergo Cavallino Bianco

Val di Non
Consigliato da Pescare in Trentino

Durante una vacanza di pesca in Trentino, all’Albergo Cavallino Bianco di Rumo, ho avuto modo di esplorare ancor più nel dettaglio le acque della Val di Non. Grazie ai consigli di una guida di pesca, ho disertato destinazioni a me già note e mi sono diretto in un punto sconosciuto, in compagnia di mia moglie, che non ha perso occasione per ritrarmi all'opera con stivali e canna da pesca. Sin da subito sono rimasto affascinato dal paesaggio, e da quanto il tempo sembrasse essersi fermato in questo angolo del Trentino poco frequentato e dalle mille sfaccettature. Pescando per diverse ore sul torrente e collezionando differenti catture, ne è nato un bel servizio fotografico, che mi permette di presentarvi al meglio un corso d'acqua che vale sicuramente la pena visitare durante un soggiorno in Val di Non. Sto parlando del torrente Novella, ottimo spot per la pesca a spinning e non solo.  

Prede e caratteristiche del torrente

Il torrente Novella è un torrente dal corso breve ma assolutamente suggestivo. Nasce dalle montagne di Castelfondo, in Alta Val di Non, e prosegue poi verso valle, disegnando canyon spettacolari dalle pareti rosse come porfido. Nei pressi di Romallo, dopo una breve corsa che attraversa anche il Parco Fluviale, si getta nel Lago di Santa Giustina, contribuendo all’apporto idrico come affluente di sinistra. Il Novella presenta un ambiente naturale particolarmente selvaggio, poco modificato dall'uomo. Le sponde sono piuttosto ripide, infrascate, in alcuni casi abbastanza difficili da raggiungere, quindi poco esplorate da pescatori. Un punto a favore, quindi, per appassionati coraggiosi alla ricerca di emozioni. Le acque sono veloci, e si alternano a tratti più ripidi ed altri più pianeggianti. Nel tratto intermedio fino alla foce, che mostro attraverso le fotografie allegate al servizio, sono presenti trote fario adulte di semina, che si alternano anche a trote selvatiche di dimensioni talvolta più contenute, ma dalla livrea particolarmente sgargiante. Quindi una buona popolazione di trote fario, con una taglia anche oltre i canonici 30 centimetri, e qualche lacustre/iridea di risalita nella zona più vicina alla foce.  

Viabilità e regolamento

La zona di riferimento per pescare sul torrente Novella è quella nei pressi di Cloz. Una volta giunti in paese, occorre prendere la strada di campagna (comunque ben asfaltata) che porta verso Dambel. Dopo una discesa di circa un kilometro, vi ritroverete su un piccolo ponte che sovrasta il torrente. Parcheggiate nella piazzola e sistematevi pure per risalire il Novella. La gestione del torrente è affidata all’Associazione Pescatori Val di Non che provvede alla semina di materiale ittico adulto, dal tratto che parte dalla foce fino a monte di Cloz. La zona si chiama N1 ed è aperta dalla prima domenica di marzo fino al 30 settembre. La pesca è chiusa il mercoledì non festivo. È necessario essere in possesso del permesso giornaliero (anche senza licenza di tipo B), che ha un costo di 16€ e consente di praticare sia le tecniche con esche naturali (camola, lombrico), sia con esche artificiali (spinning con cucchiaino, gomme) o a mosca. Si possono trattenere fino a 5 trote con misura minima di 22 cm per la fario. Il regolamento potrebbe aver subito cambiamenti, pertanto invito a contattare il 348-7701319 o scrivere una mail a presidente@pescatorivaldinon.it per conferma.

Tecniche e attrezzature consigliate

Ho scelto di affrontare il torrente Novella pescando a spinning perché credo che questa tecnica sia quella più incline per un ambiente selvaggio, con acque fresche, veloci e spumeggianti. Anche la pesca alla trota con la regolabile, se ben impostata, può dare i suoi frutti, specie cercando le prede all’interno delle buche o sotto i sassi dove tendono a nascondersi. La pesca a mosca ha sicuramente margine di applicazione nel Novella, ma occorre scegliere punti meno infrascati perché la presenza di rami e piante può costituire un intralcio per i lanci (penso che la Tenkara sia l’ideale).  Per pescare a spinning occorre disporre di una canna da 2/2,10 metri, con azione 5/15 grammi ed un mulinello taglia 2000/2500. I cucchiaini più indicati sono i taglia 6/9 che andranno sostituiti a seconda della corrente. Ottimi anche piccoli minnow con 2 ami singoli o un’unica ancoretta.

 

Simone Beuzer, guida di pesca esperta e competente. Scopri di più!

Itinerari nei dintorni

Scopri gli spot di pesca più vicini

Laghetto di Ischia

La pesca alla trota in laghetto è una delle discipline più divertenti e redditizie. Effettuarla in ambienti naturali, ricchi di verde e di pesce in ottima salute è veramente il sogno di tanti pescatori, di tutte le età. Nella Piana Rotaliana, a pochi chilometri dall'abitato di Mezzocorona, c'è un piccolo specchio d'acqua dove tutto ciò non è un sogno, bensì una realtà possibile grazie all

Torrente Barnes

Cos'è la pesca per voi? Per me è soprattutto avventura. Il pesce viene in secondo piano. Prima di tutto è contatto con la natura, rigenerarsi, respirare aria pura con le gambe immerse in un torrente. In secondo luogo è una sfida: vincere la differenza di una preda, ingannarla, combattere la sua resistenza. Terzo, pescare vuol dire anche rispettare l'animale, quindi rilasciarlo. Se la dimension

Fossa di Caldaro

Il Trentino è conosciuto per un’innumerevole numero di torrenti, fiumi e laghi con popolazione prettamente salmonicola. Al confine con l’Alto Adige però, si trova un canale, chiamato Fossa, che dona un aspetto quasi padano alla piana dell'Adige, mescolando elementi tipicamente trentini con quelli tipici della pianura del Nord Italia. È famoso in tutta la provincia per essere campo gara Fips